Artisti Cap. II

Davide Indino
- TEATRO -

Nominato “Alfiere della Repubblica” dal Capo dello Stato Sergio Mattarella nel 2019 per la diffusione della lettura, Davide Indino è Presidente della Consulta Provinciale degli Studenti di Lecce, organo di rappresentanza istituzionale degli studenti delle scuole superiori; è inoltre legale rappresentante di Zona P.I.P. – APS, associazione giovanile di promozione della cultura e della formazione negli Under25. Attualmente è iscritto all’Università LUISS Guido Carli di Roma dove studia Giurisprudenza. Al festival porterà il suo monologo teatrale “ELA-MU CONDÀ, EVÒ IME MANECHÒ”, una riflessione sull’attualità pandemica, facendo riferimento in primis alla cultura tradizionale salentina – che dà, dal celebre canto grico, lo stesso nome alla pièce – ma anche alla filosofia e alla letteratura.

iCirilloS Brothers
- TEATRO -

Daniela Nisi, classe ’90, attrice performer specializzata in scrittura scenica, presso il Centro Universitario Teatrale di Perugia. Nel 2015 debutta come autrice performer al C.U.T. diretta da Ruggieri con “A.A.A AMORE OFFRESI”. Nel 2016 vince una Borsa Lavoro assegnata dal TSU. Negli anni partecipa a diversi eventi e performance in veste d’attrice, performer e/o autrice. Nel 2020 è protagonista di una puntata della docufiction “Solo una mamma 3”. Dal 2018
fonda Acra Teatro con il musicista e compositore Antonello Montemurro.

Cosa direbbe una casa abbandonata se potesse parlare? Cosa significa resistere al tempo, alla perdita di persone, arredi e perfino della sua stessa natura? “Khalasìa” (dal Griko: distruzione, rovina) è uno studio su un luogo abbandonato. La casa è il mezzo narrativo per parlare di abbandono, violenza e superficialità, che come esseri umani abbiamo nei confronti delle cose, delle altre persone e dell’ambiente circostante.

Giovanni Bisanti
Alessandro Ferrari
- MUSICA e TEATRO -

Giovanni Bisanti alla voce e alle percussioni E Alessandro Ferrari alla chitarra.
Attraverso la loro musica e i loro testi esprimeranno il loro mondo più nascosto, tacito, flebile, mistico..
Faranno viaggiare gli spettatori tra il tempo, il dolore per la propria Terra e l’inettitudine umana cullandoli con note nuove e primordiali.
Li potrete ascoltare il 31 luglio in via Monsignor d’urso e il 1 Agosto in Piazzetta Giangreco con la storia LUILUCEFARO per “Una perdita di tempo Festival”.

Federico Sergi
Nonsonoreale
- MUSICA -

Luca Reale in arte “Nonsonoreale”: Fin da piccolo sente l’esigenza di esprimersi attraverso la scrittura.
Studia basso elettrico per tre anni e successivamente si approcciaallo studio della chitarra acustica.
Nel 2019 pubblica su SoundCloud il suo primo singolo “Tosse (Ottobre)” e nel 2020 “Lecce-Marte”.
Nel 2020 pubblica il video ufficiale del suo singolo ‘’la mort des amants’’. Nel 2021 pubblica indipendente su Spotify l’EP “Astinenza” contente i 4 brani “intro”,”buonanotte Luca”, “paura” e “nicotina”. 

Federico Sergi: inizia a 8 anni gli studi di percussioni, tamburello e pizzica, per poi cominciare gli studi di clarinetto e sassofono. Entra a far parte di diverse orchestre, iniziando con l’orchestra della scuola media Don Bosco di Cutrofiano, passando poi all’orchestra dell’Ass. Musicale Don Bosco, per poi entrare a far parte dell’orchestra del liceo scientifico L. Da Vinci di Maglie. Nel 2020 intraprende la produzione musicale, la composizione ed il beatmaking. Ad oggi ha prodotto tre pezzi per l’artista Bohsnia e lavora attualmente su diversi progetti in tale ambito. Porteranno al festival composizioni indipendenti del loro repertorio musicale.

Senzadubbio
- MUSICA -

Biagio Torsello, in arte SENZADUBBIO si approccia all’arte della scrittura già all’età di 13 anni.
Da settembre 2020 inizia a pubblicare i suoi primi brani caratterizzati da un mix di passione, hobby e da dove si evince un percorso di crescita personale.
Al festival porterà delle produzioni e pubblicazioni indipendenti di brani musicali, variando tra hip hop, rap e indie.

Bohsnia
Federico Sergi
- MUSICA -

All’età di 3 anni comincia lo studio di pianoforte classico grazie al quale parteciperà
a svariati concorsi nazionali.
Otterrà all’età di 9 anni tutti gli 8 grades di certificazione internazionale ABRSM (valida all’estero) per l’indirizzo strumentale di pianoforte prima di accostarsi al mondo del conservatorio (valido in italia).
Completa il percorso base ed intermedio dello studio in ambito accademico al conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, prima di abbandonare
gli studi per motivazioni personali all’età di 14 anni. L’anno successivo frequenta corsi sporadici di pianoforte e chitarra moderna che gli permettono di affacciarsi sempre più al genere indie pop e acoustic della musica -principalmente- italiana.
All’età di 16 anni riuscirà a far coincidere la passione per la musica con quella per la scrittura e, all’età di 18 anni, assumerà lo pseudonimo “BOHSNIA” rendendo la propria musica prodotta da Federico Sergi – reperibile su ogni digital stores.
Ha prodotto finora 3 propri pezzi ed attualmente lavora per far sì che questo possa divenire il proprio futuro.

Margot
Maria Pia Crusi
- MUSICA -

Sono Maria Pia Crusi, in arte Margot. Ho iniziato a suonare la chitarra all’età di nove anni, innamorata della musica e di come mi facesse sentire.
Sono sempre stata vicina al canto, infatti, all’età di 15 anni ho iniziato a prendere lezioni di canto.
Successivamente ho iniziato a scrivere canzoni, raccontando il mondo per come lo vedono i miei occhi.
Solitamente con gli amici sono la persona che porta sempre con sè la chitarra,ho sempre amato il fatto di poter unire le persone.

Giulia Bisanti
- PITTURA -

Giulia Bisanti nasce a Casarano nel 1994. Il suo primo approccio all’arte avviene durante un corso di ceramica, convenzionato dalla scuola primaria. Mentre nel 2007 si iscrive ad un corsi di pittura presso due artiste locali, che la introducono nella passione per l’arte. Compie i suoi studi superiori all’Istituto Statale d’Arte “Nino Della Notte” di Poggiardo. La scuola le ha permesso un particolare avvicinamento alle tecniche di ebanisteria e modellistica. Ora è diplomata in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce, dedicandosi anche alla decorazione , in quanto impiegata in una bottega di produzione artigianale di ceramiche del posto. Attualmente sperimenta ricerche per proseguire la sua identità artistica.

Quore
Pietro Antonaci
- PITTURA e MUSICA -

Durante la prima quarantena dell’anno 2020 ha riscoperto una passione che aveva sin da quando era bambino, ma che nel tempo è finita per essere dimenticata; fortunatamente è scoppiata una pandemia per fare riaccendere il suo lato artistico.

Manuel Giaccari
- ILLUSTRAZIONI -

L’interesse per l’arte è stata sempre presente fin da piccolo, ma ha avuto il suo culmine durante il periodo delle scuole medie, dove ha maturato che l’idea che l’arte era l’unico modo per esprimere ciò che pensavo. Ha continuato a coltivare questa passione nel tempo frequentando il Liceo Artistico e ad oggi l’Accademia delle Belle Arti.

Roberta Margarito
- FOTOGRAFIA -

Lei è Roberta, Grafic Designer in uno studio attinente è diplomata in grafica nel liceo Giannelli, usa l’arte come sua valvola di sfogo, in special modo la fotografia, lei riesce ad esternare i suoi sentimenti nelle opere fotografiche ed è capace di farti entrare nel suo mondo, particolare e sublime, vi accompagnerà in questo mondo etereo della sua mente.

Federica Urso
- FOTOGRAFIA -

Conseguita la maturità artistica presso il Liceo Artistico “Nino Della Notte” di Poggiardo, si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Lecce diplomandosi in “Decorazione”, dove sperimenta varie tecniche artistiche, in particolar modo la fotografia, concentrandosi sull’autoritratto.

Cosimo Pastore
- CINEMATOGRAFIA -

Classe’95, diplomato in Beni Culturali presso il Liceo Archita di Taranto, è attualmente studente di Nuove Tecnologie dell’Arte presso l’ABA Lecce. La sua ricerca artistica trova vita nella arti multimediali come la fotografia e la videoarte. Tratta in particolar modo temi riguardanti la sua terra d’origine, alla quale ha dedicato diversi studi ed opere.
Ha partecipato inoltre a diverse mostre ed interventi artistici a livello locale e nazionale.
Parallelamente svolge l’attività di musicista.

Manuel Rizzello
- CINEMATOGRAFIA e SCULTURA -

Diplomato all’Istituto IISS E. Giannelli di Parabita nel settore Metalli.
Laureato in “Decorazioni” presso l’Accademia di Belle arti a Lecce.
Al festival andrà in scena il suo lavoro di tesi “Burning Fenice” ed esporrà due sculture di metallo di cui è autore.

Beatrice Alessandrelli
- CINEMATOGRAFIA e DANZA -

Inizia a studiare danza sin dalla tenera età di sei anni in una scuola di danza del suo paese d’origine, Ugento. In seguito ha deciso di approfondire i suoi studi per poi conseguire il diploma, frequentando il Liceo Coreutico di Parabita. Attualmente vive e studia a Roma presso l’Accademia Nazionale di Danza a Roma dove pochi mesi fa ha conseguito la prima laurea ad indirizzo tecnico – analitico in Danza Contemporanea. Ora continua a frequentare i corsi e frequenta il primo anno di magistrale di indirizzo Danza Contemporanea – metodologia delle tecniche. Ho ballato in svariati e con coreografi internazionali.

Veronica Interno'
- PITTURA -

Veronica è una pittrice autodidatta e si definisce “un’artista della quotidianità”. Da sempre con la voglia e con lo scopo di far arrivare alle persone il mio stesso entusiasmo che ci metto nel dipingere. Cerca di far trasferire la sua limpidezza e la sua serenità dipingendo esperienze di vita giornaliere e comuni a tutti, stati d’animo in cui ognuno, osservando l’opera, possa rispecchiarsi e sentirsi a proprio agio.

Chiara Sergi
- DANZA -

Lei è Chiara, ha 19 anni ed è una ballerina. La danza ha sempre fatto parte della sua vita; ma ha iniziato a studiare all’età di 12 anni. In origine ha iniziato frequentando una scuola privata del suo paese, la quale ha contribuito alla crescita della sua passione, mentre in seguito, frequentando il Liceo Coreutico di Parabita, le ha dato la possibilità di imparare tanto.

Valentina De Pascalis
- DANZA -

Dopo aver frequentato il Liceo Coreutico di Parabita (LE), Valentina approfondisce il suo percorso di studi alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi nel corso Danzatore, ad indirizzo teatro – danza. Sabato 31 luglio danzerà un suo progetto per cui ne vale la pena soffermarsi a guardare e a riflettere.

Federica Galati
- DANZA -

Federica ha 22 anni e studia danza da quando aveva sei anni. All’età di 14 anni ha superato l’esame di ammissione per entrare nel Liceo Coreutico di Parabita dove ha conseguito il diploma. Nel 2019 è entrata nella scuola di Steve La Chance dove ha ottenuto il diploma per Corsi di Alta Formazione per danzatori e insegnanti e attualmente insegna danza classica e moderna presso “La Chance Ballet” di Steve La Chance.

Francesco Toma
- SCRITTURA e
TEATRO -

Ha cominciato a scrivere sui social in terzo superiore, stimolando la curiosità di alcuni utenti, i quali hanno cominciato a condividere i passi che scriveva. Nel 2019 ha autopubblicato il suo primo romanzo.

Claudia Manco
- SCRITTURA -

Claudia ci scrive: ” Fin da bambina, sentivo che scrivere era di me. Inventare mondi, scenari e paesaggi così da far prendere loro vita mi ha sempre entusiasmato. Nel tempo, ho frequentato alcuni seminari e corsi di scrittura creativa per poi dedicarmi alla stesura del primo romanzo che ho deciso di autopubblicare su Amazon: “Tempesta Azzurra”.

Martina Guglielmo
- SCRITTURA -

Durante il primo lockdown hanno iniziato un progetto che consisteva in poesie illustrate. Hanno partecipato la scorsa edizione di Una Perdita di Tempo Festival, scegliendo di mettersi in gioco. Quest’anno, invece, presentano un vero e proprio libero che le vede coinvolte entrambe.

Luca Caputo
- MODA e SCRITTURA-

“Le Grand Mogol” è un progetto editoriale Start – Up che racconta della bellezza e del fascino d’antan impreziosito dalla magia del nuovo, dell’orginale, del moderno. Le pagine rispecchiano la concezione di moda del creatore Luca Caputo. Storie uniche raccontate attualmente immagini da sogno, sapientemente “scritte” da giovani fotografi emergenti interprete da modelli e modelle non professionisti, articoli dedicati alle grandi icone di stile e reportage sui designer.

Elena Tridici
- MODA -

Elena Tridici, classe 1999. Frequenta il corsi di Fashion Design all’Istituto di Moda Burgo di Lecce, dove è ufficialmente iniziato il suo percorso artistico. In realtà l’arte è sempre stata di casa: suo padre è orafo, gioielliere e amante dell’antiquariato e per lei è una grande fonte d’ispirazione. Essendosi diplomata in scienze umane la psicologa l’ha sempre attratta e le ha influenzato la sua personale concezione di moda. Essa è il bisogno di appartenere e coesione da un lato e quello di differenziazione dall’altro. Per questo, la moda è sempre stato il suo modo di comunicare e raccontarsi agli altri, ma anche un mezzo per distinguersi.

CONTATTI

APS-ETS "Made in SOAP"
via Milano, 25
73049, Ruffano (LE)
tel: 324 8731490
tel: 345 4688457
P.IVA/C.F. 04640950756
www.unaperditaditempo.it

SEGUICI SUI SOCIAL